Promo
stampa

Il CIBIO scopre il correttore del DNA

La scoperta è di importanza mondiale: potrà essere utilizzata per la correzione delle alterazioni presenti, ad esempio in malattie genetiche e tumori.

Ce ne ha parlato durante la nostra Mattinata inBlu la ricercatrice Anna Cereseto, qui il podcast!

Il CIBIO scopre il correttore del DNA

Svolta per la ricerca sull'editing genomico. Al Cibio Università di Trento si è trovato il modo di renderlo un'arma di precisione pressoché assoluta, utilizzabile per la correzione delle alterazioni presenti, ad esempio in malattie genetiche e tumori. Lo studio è pubblicato su Nature Biotechnology. “evoCas9” è una molecola precisa nel cambiare il Dna,  un enzima di affidabilità assoluta, che effettua il cambiamento soltanto nel punto stabilito.

Anna Cereseto, professoressa del Cibio-Center for integrative biology e autrice dell'articolo che descrive lo studio su "Nature Biotechnology" (ascolta qui sotto)

La ricerca è stata svolta integralmente al Cibio di Trento e ha coinvolto tre unità di ricerca. Il team vede protagonisti il Laboratory of Molecular Virology con Antonio Casini (primo firmatario), Michele Olivieri, Gianluca Petris, Claudia Montagna, Giordano Reginato, Giulia Maule e Anna Cereseto (senior author e responsabile). Poi il Laboratory of Computational Oncology con Francesca Lorenzin, Davide Prandi, Alessandro Romanel e Francesca Demichelis (responsabile). Quindi il Laboratory of Transcriptional Networks con Alberto Inga (responsabile).

Ascolta l'audio

Il CIBIO scopre il correttore del DNA
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento