«Porta girevole, andiamo avanti»

No
No

Dopo la bocciatura del ddl popolare, il comitato promotore, pur deluso, rilancia. 

Fa discutere la bocciatura in Consiglio Provinciale del disegno di legge di iniziativa popolare che puntava alla modifica della legge elettorale, imponendo il limite dei due mandati dei consiglieri provinciali ed eliminando la cosiddetta "porta girevole", vale a dire l'incompatibilità fra assessore e consigliere provinciale. L'obiettivo è quello di ridurre i costi della politica e garantire il rinnovamento. L'iniziativa era partita dal gruppo di formazione politica "La Bussola" di Ala - in gran parte composto da giovani al di sotto dei trent'anni - e aveva raccolto 3500 firme. Tra i proponenti Manuel Lorenzini: (ascolta qui sotto)

Piergiorgio Franceschini