Effetto Memoria

Una selezione tra le tante iniziative trentine legate al centenario della Grande Guerra (1914-2014). Lunedì, ore 12.40 

Effetto Memoria

La Prima guerra mondiale (1914-1918) costituisce un evento che ha cambiato la storia dell’Europa e ha segnato indelebilmente anche il destino del nostro territorio. Radio Trentino inBlu racconta ogni lunedì, in coda al Gr delle 12.30, le tante iniziative legate all'anniversario messe in campo dalla Provincia Autonoma attraverso una fitta rete di istituzioni culturali: musei, associazioni, comunità locali. Microfoni aperti non su un asettico archivio, ma sull'opportunità di una memoria attiva che non vuole dimenticare e punta a costruire la pace. 

Un’estate ricca di appuntamenti ed occasioni di riflessione sul tema della pace, in un territorio che, zona di confine e fronte di guerra, ancora conserva i segni di quel conflitto.

Trincee, rifugi e caverne utilizzate dai soldati durante la Prima guerra mondiale ora diventano un itinerario della memoria.

Inaugurato Punta Linke, il museo più alto d'Italia dedicato alla Guerra Bianca. Il recupero del sito è iniziato nel 2008. Da quest'anno il mueso è aperto al pubblico.

Da Folgaria alla valle del Chiese, passando per la Vallarsa. Da sabato molte le novità per chi vuole riscoprire luoghi e testimonianze della Grande guerra in Trentino. Forti riaperti al pubblico e alle visite guidate e mostre che raccontano il periodo nero del conflitto.

Nel centenario della Grande Guerra, una nuova impresa per Marco Patton che coprirà i 500 chilometri del “Sentiero della Pace”

Tra gli appuntamenti dedicati alla Grande Guerra spazio al teatro. 3 stazioni ospiteranno da questa sera, e per 3 serate consecutive, lo spettacolo “Partire… e per dove?” che rievoca i momenti della mobilitazione generale alla vigilia del conflitto e delle partenze dei soldati per il fronte.

Si è conclusa l’impresa del maratoneta Marco Patton, che in 11 giorni ha ripercorso a piedi i 500 km dallo Stelvio alla Marmolada.

Alla scoperta del Forte Belvedere a Lavarone, dove è possibile visitare l’installazione “Cinema nel forte”, un video che racconta il dramma della prima Guerra mondiale.

Italia e Austria, antichi nemici, dal 1977 si incontrano sul ghiacciao della Presena che fu teatro di scontri. La festa della frattellanza è ormai un tradizionale appuntamento di amicizia e incontro tra nazioni e popoli.